Mostra Biennale di Architettura 2012, una buona scusa per un giro a Venezia

Lo sappiano, non servono scuse per andare a Venezia, non servono mostre per convincervi a fare una passeggiata tra le calli e i campi della città dei Dogi; ma se proprio avete bisogno di un buon motivo per trascorrere un weekend autunnale a Venezia eccovi serviti: la Biennale di Architettura.

Mercoledì 29 agosto è partita infatti la 13° Mostra Internazionale di Architettura di Venezia, curata da David Chipperfield e organizzata da La Biennale di Venezia.

La 13° Mostra è affiancata da 55 Partecipazioni nazionali distribuite, come di consueto, negli storici Padiglioni ai Giardini, all’Arsenale e nel centro storico di Venezia. Le nazioni presenti per la prima volta sono quattro: Angola, Repubblica del Kosovo, Kuwait e Perù. Luca Zevi è il curatore del Padiglione Italia all’Arsenale, organizzato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali con la PaBAAC. 

Il tema proposto dall’inglese David Chipperfield per questa edizione è Common Ground, terreno comune, tema scelto per “stimolare i colleghi a reagire alle prevalenti tendenze professionali e culturali del nostro tempo, che tanto risalto danno alle azioni individuali e isolate. Ho voluto incoraggiarli a dimostrare, invece, l’importanza dell’influenza e della continuità dell’impegno culturale, a illustrare idee comuni e condivise le quali costituiscono la base di una cultura architettonica”.

“Gli architetti – ha ribadito Chipperfield – non sono come i profumi nel duty free di un aeroporto, non sono star indipendenti l’uno dall’altro. Sono figure capaci di dialogare, che si influenzano reciprocamente e che possono mettere in comune le loro idee”.

Molte sono le Archistar che presentano i loro progetti a quello che è considerato uno dei più importanti appuntamenti mondiali per l’architettura: Norman Foster, Renzo Piano, Zaha Hadid, il gruppo MVRDV di Rotterdam, gli svizzeri Jacques Herzog ePierre de Meuron, i giapponesi Kazuyo Sejimae Ryue Nishizawa.

I progetti che la giuria ha premiato, e che quindi consigliamo vivamente di vedere sono:

  • Urban-Think Tank, Justin McGuirk e Iwan Baan a cui va il Leone d’Oro per il miglior progetto
  • Il Leone d’Argento va invece al promettente studio Irlandese Grafton Architects
  • Leone d’Oro per la migliore Partecipazione nazionale al Giappone
  • La Giuria ha inoltre deciso di assegnare quattro menzioni speciali a Polonia, Stati Uniti, Russia e a Cino Zucchi

Se invece vi piace l’architettura ma non volete passare la giornata ai (bellissimi) giardini della Biennale ma preferite fare una passeggiata nel centro storico di Venezia, nel sito della Biennale potete trovare la lista e gli indirizzi degli eventi collaterali che troverete sparsi per tutta la città.

Se siete appassionati di architettura, o di Venezia, questo è un appuntamento che non potete perdervi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...