Design e innovazione sociale: un abbinamento possibile

Alla Triennale di Milano durante la settimana del Salone del Mobile sarà presentato il progetto Freedom Room dello Studio Cibic. L’idea di partenza è assolutamente originale: creare un modulo abitativo di soli 9 mq con la consulenza dei detenuti del carcere di massima sicurezza di Spoleto.
9 mq sono le dimensioni di una cella e quindi l’ascolto di chi vive questo ambiente quotidianamente e per lunghi periodi permette la progettazione di un spazio interpretabile in cui gli oggetti assumono molteplici funzioni.

Image

Chi lo abita ha bisogno che quello stesso spazio sia cucina, camera, studio, sala giochi, armadio, palestra, biblioteca e altro ancora.
Freedom Room può diventare anche una proposta per altri bisogni abitativi, per l’ospitalità temporanea, per hotel diffusi e per ostelli.
La presentazione del progetto Freedom Room sarà giovedì 11 aprile alla Triennale dove sarà visibile anche una mostra e un’installazione.

www.freedomroom.org

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...